Previndai è il fondo pensione dei dirigenti industriali il cui rapporto di lavoro è regolato dal CCNL per le aziende produttrici di beni e servizi sottoscritto da Confindustria e Federmanager o da un diverso contratto, comunque sottoscritto da almeno una di tali parti. In tal caso, è necessario il preventivo assenso dell’altra parte, risultante dalla sottoscrizione di specifico accordo.

    Il Fondo, gestito pariteticamente dai rappresentanti di Confindustria e dei dirigenti, offre la massima flessibilità rispetto ai bisogni previdenziali e alle propensioni individuali di ciascun iscritto. Lo scopo di Previndai è quello di provvedere a prestazioni di natura previdenziale in aggiunta ai trattamenti pensionistici di legge, nell’interesse dei dirigenti industriali, senza alcun fine di lucro.

    Rientra nei cosiddetti fondi preesistenti, in quanto è stato istituito prima del 15 novembre 1992, ha soggettività giuridica, è costituito in forma di associazione riconosciuta con atto pubblico ed opera secondo il regime della contribuzione definita a capitalizzazione individuale.

    Il Fondo è sottoposto alla vigilanza della Commissione di Vigilanze sui Fondi Pensione (COVIP) ed è iscritto all’Albo dei fondi pensione con il numero 1417. Ha sede in Roma, Via Palermo, 8 – 00184.

    Scopo

    Il nostro scopo è fornire agli iscritti e alle loro famiglie strumenti che consentano di creare nel tempo un risparmio previdenziale aggiuntivo ai trattamenti pensionistici obbligatori.

    Da più di 25 anni, lavoriamo per garantire prestazioni pensionistiche che aiutino le persone a migliorare attivamente la propria vita nel corso del tempo, non soltanto al momento del pensionamento.

    Creare valore

    Ci impegniamo a creare valore, perché abbiamo a cuore il futuro dei nostri iscritti, ma anche dei nostri dipendenti, e di tutti gli interlocutori con cui agiamo: desideriamo costruire rapporti di rispetto, onestà e di fiducia a lungo termine, attraverso collaborazioni stabili e durature.

    Gli iscritti sono la parte essenziale per il successo della nostra attività, miriamo sempre a superare le loro aspettative con professionalità e precisione.

    Con a mente questo obiettivo, grazie ad investimenti nell’apprendimento continuo, abbiamo costruito una squadra solida, competente, collaborativa e qualificata, evitando pratiche di esternalizzazione massiva dei servizi.

    I Migliori Risultati

    Grazie al know-how acquisito negli anni, sappiamo anticipare e soddisfare le esigenze dei nostri iscritti, lavoriamo con impegno e responsabilità per fornire i risultati migliori in ogni aspetto della nostra attività.

    Aspiriamo a produrre soluzioni sempre innovative ed evolute che incontrino sul nascere i bisogni degli iscritti: ci poniamo i vostri problemi prima che possano presentarsi a voi!

    Abbiamo in gestione grandi masse, ma il nostro obiettivo è mantenere sempre un profilo sartoriale.

    Storia

    1990

    1° Gennaio
    Decorre da questo giorno l’accordo sindacale stipulato tra Confindustria, Federazione Nazionale Dirigenti Aziende Industriali, Intersind e Asap il 3 ottobre 1989, che istituisce il Fondo Previndai.

     

    31 Luglio
    Approvazione dei primi Statuto e Regolamento del Fondo, rimasti in vigore fino al 4 novembre 1997.

     

    4 Ottobre
    Costituzione in forma di associazione non riconosciuta con atto pubblico.

     

    30 Ottobre
    Il Fondo sottoscrive una convenzione con un Pool di tredici compagnie di assicurazione tramite il quale vengono gestite le risorse già nei primi mesi del 1991.

    1993

    8 Giugno
    Le Parti istitutive del PREVINDAI sospendono temporaneamente (a causa di aggravi fiscali) le “nuove” iscrizioni al Fondo, intendendosi per tali quelle dei soggetti che, in ragione della decorrenza dell’iscrizione stessa, sarebbero ricaduti tra i destinatari della previsione di cui all’art. 18, comma 8 (prima parte) del D. Lgs 124/93.

    1996

    31 Gennaio
    Le stesse Parti sociali, con decorrenza 1° gennaio 1996, ripristinano le iscrizioni dei destinatari del verbale d’accordo 8 giugno 1993, fissando le relative norme sulla contribuzione. L’accordo, inoltre, prevede il superamento del carattere vincolante dell’impiego delle risorse tramite lo strumento assicurativo.

    1997

    5 Novembre
    L’Assemblea del Fondo approva i nuovi Statuto e Regolamento, adeguati alle disposizioni del D.Lgs. 124/93 che rimarranno in vigore fino al 23 giugno 2003.

    2001

    1° Gennaio
    Decorrenza della contribuzione, per tutti i dirigenti ai quali è applicato il CCNL sottoscritto tra Federmanager e Confservizi-Cispel che intendono iscriversi a Previndai.

    2003

    10 Aprile
    Decorrenza dell’iscrizione dell’ANAS S.P.A. e dei dirigenti suoi dipendenti, ai quali si applica la contrattazione collettiva nazionale di lavoro negoziata e stipulata dall’ANAS S.P.A. e dalla Federmanager.

     

    24 Giugno
    COVIP approva i nuovi Statuto e Regolamento, adeguati alle nuove disposizioni normative e al nuovo assetto gestorio multicomparto.

    2004

    24 Novembre
    Le Parti, in fase di rinnovo del CCNL dirigenti aziende industriali, con apposito Verbale di accordo sulle previdenza complementare, introducono, con decorrenza 1.1.2005, importanti novità in materia di contribuzione (innalzamento della quota di TFR, contribuzione aggiuntiva).

    2005

    16 Maggio
    Avvio della gestione multicomparto, che istituisce due nuovi comparti finanziari e prevede l’innovativa possibilità di suddividere la posizione sui tre comparti del Fondo per ottimizzare il profilo richio/rendimento degli iscritti.

    2007

    1° Gennaio
    Entrata in vigore del D.Lgs. 252/2005 (Disciplina delle forme pensionistiche complementari): conferimento esplicito/tacito del TFR.

    Decorrenza della contribuzione, per tutti i dirigenti ai quali è applicato il CCNL sottoscritto tra Federmanager e l’Associazione Nazionale dei Consorzi Agrari che intendono iscriversi a Previndai.

     

    Il Consiglio di amministrazione del Fondo approva l’adeguamento di Statuto e Regolamento, alla nuova normativa di cui al D.Lgs. 252/2005, alle disposizioni del Decreto Ministro dell’Economia e Finanze n. 62/2007, nonché alla conseguente direttiva Covip del 23 maggio 2007.

    2009

    25 Novembre
    Le Parti siglano il nuovo contratto che, nella sezione relativa a Previndai, introduce importanti innovazioni in materia di contribuzione al Fondo con decorrenza 1.1.2010.

     

    2 Dicembre
    La Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione riconosce a Previndai la personalità giuridica.

     

    18 Dicembre
    Il Consiglio di amministrazione del Fondo approva il nuovo Statuto ulteriormente adeguato al D.Lgs. 252/2005, alle disposizioni del Decreto Ministro dell’Economia e Finanze n. 62/2007, nonché alla direttiva Covip del 23 maggio 2007.

    2010

    21 Ottobre
    Definitivo completamento dell’adeguamento dello Statuto alla normativa vigente e alle disposizioni della COVIP.

    2011

    1° Gennaio
    Decorrenza della contribuzione, per tutti i dirigenti ai quali è applicato il CCNL sottoscritto tra Federmanager e l’Ente Nazionale Risi che intendono iscriversi a Previndai.

    2012

    1° Gennaio
    Decorrenza della contribuzione, per tutti i dirigenti dei consorzi di sviluppo indutriale ai quali è applicato il CCNL sottoscritto tra Federmanager e la Federazione Italiana Consorzi ed Enti di Industrializzazione (FICEI) che intendono iscriversi a Previndai.

    2013

    31 Dicembre
    Scadenza della convenzione del comparto Assicurativo 1990.

    2014

    1° Gennaio
    Attivazione del nuovo comparto Assicurativo 2014.

    2015

    Previndai Celebra i 25 anni dalla costituzione del Fondo.

    Inizia a prendere forma il processo di revisione della politica di investimento dei comparti finanziari.

    2016

    Completamento dell’adeguamento alle previsioni del Decreto Ministro dell’Economia e Finanze n. 166/2014.

    2017

    1° Agosto

    Con l’avvio delle nuove gestioni multiasset viene completata la prima fase della revisione della politica di investimento, che si concluderà con l’avvio degli investimenti in fondi alternativi da realizzarsi nel prossimo futuro.

    CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE

    Giuseppe Noviello (Presidente)
    Mauro Moretti (Vice Presidente)
    Franco Beltrame
    Marco Bodini
    Francesca Brunori
    Mario Cardoni
    Giuseppe Falcone
    Valeria Innocenti
    Stefano Liali
    Patrizio Palazzo
    Giancarlo Somà
    Egidio Zambini

    COLLEGIO DEI SINDACI

    Gian Domenico Mosco (Presidente)
    Francesca Di Donato
    Roberta Galli
    Francesco Gallo
    Mauro Ianiro
    Sara Signa

    Il Consiglio di Amministrazione ed il Collegio dei Sindaci si sono insediati il giorno 5 giugno 2017.

    PROCEDIMENTO ELETTORALE

    REGOLAMENTO PER LA COMPOSIZIONE DELL’ASSEMBLEA

    Regolamento che disciplina le elezioni dei Rappresentanti dei dirigenti e la nomina dei Delegati delle imprese.

    L’avvio del processo elettorale, come previsto dal summenzionato Regolamento, avviene con l’indizione delle elezione da parte del Consiglio di amministrazione del Fondo e con la costituzione di una Commissione Elettorale che ne cura  l’iter. In considerazione della scadenza ad aprile 2017 del mandato dell’attuale Assemblea, il Consiglio di amministrazione, nella seduta del 1° dicembre 2016, ha indetto le elezioni per il rinnovo dei rappresentanti dei dirigenti e ne ha stabilito il periodo di svolgimento con decorrenza dal 1° dicembre stesso.

    Le fasi successive sono:

    • Presentazione delle liste dei candidati – vedi di seguito per leggere le modalità;
    • Spedizione ai votanti della scheda elettorale con le istruzioni di voto (le schede e le istruzioni per la votazione sono state definite dalla Commissione elettorale);
    • Votazione, nel periodo dal 28 febbraio al 20 marzo 2017;
    • Scrutinio a cura della Commissione Elettorale;
    • Pubblicazione dei risultati sul sito del Fondo;
    • Possibilità di presentare alla Commissione Elettorale ricorsi o reclami. La Commissione decide, come previsto da Regolamento, entro i successivi 5 giorni lavorativi;
    • Proclamazione definitiva degli eletti, sempre a cura della Commissione Elettorale.

    Il periodo complessivo di svolgimento delle elezioni dovrà concludersi entro e non oltre il 30 aprile 2017.

    Il Presidente, a conclusione dell’iter, provvederà a convocare la nuova Assemblea e questa eleggerà il nuovo Consiglio di Amministrazione ed il Collegio Sindacale.

    Il Regolamento per la composizione dell’Assemblea prevede che, all’elezione dei Rappresentanti dei dirigenti, possano concorrere: la lista presentata da Federmanager, quale Parte istitutiva del Fondo; le liste sottoscritte dagli iscritti.

    Ciascuna lista deve contenere 10 candidati, indicati in ordine progressivo. A ciascuna lista devono essere allegati, per ciascun candidato: lettera di accettazione della candidatura debitamente sottoscritta dall’interessato con indicazione dell’indirizzo presso il quale inviare ogni comunicazione, autorizzazione al trattamento e alla diffusione dei dati personali nonché copia di un documento di identità valido.

    La lista deve riportare:

    • numero progressivo;
    • cognome;
    • nome;
    • luogo di nascita;
    • data di nascita;
    • codice fiscale.

    Ai sensi dell’articolo 5, lettera a), secondo alinea, del Regolamento elettorale, gli iscritti possono presentare liste di candidati, sottoscritte da almeno il 20% degli iscritti (di cui almeno la metà in servizio) distribuiti in non meno del 15% delle aziende iscritte presenti in almeno 10 regioni.

    Per quanto riguarda le liste presentate dagli iscritti, a ciascuna dovrà essere allegato l’elenco dei sottoscrittori, a sua volta contenente:

    • cognome;
    • nome;
    • luogo di nascita;
    • data di nascita;
    • codice fiscale;
    • numero di posizione presso il Fondo;
    • firma di sottoscrizione.

    Ciascuna lista, corredata della documentazione indicata, deve pervenire al Fondo presso la sede in Via Palermo, 8 – Roma, entro 40 giorni dalla decorrenza di indizione delle elezioni e cioè entro il 10 gennaio 2017, mediante consegna a mano entro le ore 13 o ivi recapitata, entro il medesimo giorno, a mezzo raccomandata A/R.

    La votazione avviene esclusivamente a mezzo della scheda predisposta dalla Commissione elettorale, inviata in tempo utile a ciascun iscritto avente diritto al voto unitamente alle istruzioni di voto e alla busta di ritorno, preaffrancata per i residenti in Italia.

    Il voto deve essere espresso mediante apposizione di un segno chiaramente identificabile (croce, barra, spunta, ecc.) nella casella della prima colonna posta a fianco del numero del candidato che si intende scegliere. Le indicazioni per la compilazione della scheda sono anche riportate sulla scheda stessa.

    Può essere espresso un solo voto di preferenza.

    La restituzione della scheda, contenente il voto espresso, dovrà essere effettuata dall’iscritto esclusivamente a mezzo posta, utilizzando l’apposita busta, preaffrancata per i residenti in Italia. A pena di nullità del voto, sia la scheda che la busta dovranno essere anonime e non contenere alcun segno identificativo. La busta dovrà contenere esclusivamente la scheda votata, non piegata; ogni altro documento contenuto verrà cestinato e annullerà il voto. Non sono ammesse fotocopie della scheda elettorale; non sarà possibile chiedere duplicati.

    Saranno considerate solo le schede elettorali pervenute tra il 28 febbraio 2017 e il 20 marzo 2017.

    Concluso il periodo delle votazioni, la Commissione Elettorale si è riunita in data 7 aprile 2017 per procedere allo scrutinio delle schede pervenute.

    Nel corso di tale riunione la Commissione ha preso atto che:

    • è stata presentata una sola lista elettorale;
    • il numero delle schede pervenute è risultato inferiore al 50% degli iscritti al Fondo;
    • i candidati Cardoni Mario e Zambini Egidio, rispettivamente secondo e sesto nella lista elettorale, hanno rinunciato formalmente alla candidatura a componenti dell’Assemblea di Previndai.

    Risultano pertanto eletti:

    1. CUZZILLA STEFANO
    2. RICCHETTI CARLO
    3. BOSCARIOL MARZIO*
    4. GALLO GIANCARLO
    5. PARRILLA PAOLO

    * Dimissionario, sostituito da ANITA MARINA CIMA

    Eventuali ricorsi o reclami dovranno essere proposti alla Commissione elettorale, nel termine ultimo di 10 giorni da oggi, con recapito presso la sede del Previndai in Via Palermo 8, Roma.

    La Commissione deciderà entro i successivi 5 giorni lavorativi.

    Scaduto il termine per le contestazioni senza che siano stati presentati ricorsi o reclami ovvero, in ipotesi di contestazioni, intervenuta la decisione, la Commissione elettorale provvederà alla definitiva proclamazione degli eletti, dandone formale comunicazione agli eletti stessi, alle Parti istitutive del Fondo e al Consiglio di Amministrazione.

    Struttura

    DIRETTORE GENERALE

    Oliva Masini

     

    SEGRETERIA DI PRESIDENZA E DIREZIONE AMMINISTRAZIONE 

    SETTORE ATTIVITÀ ISTITUZIONALE

    • Area Contributi
    • Area Prestazioni

    SETTORE ATTIVITÀ GESTIONALE

    AFFARI LEGALI

    CONTROLLO INTERNO

     

    Per la gestione informatica, il Fondo si avvale della Selda Informatica scarl

    Spese di gestione

    L’art. 7 dello Statuto prevede che il Fondo si finanzi attingendo risorse da:

    • una quota parte dei contributi (aliquota di autofinanziamento);
    • interessi di mora eccedenti la totale copertura del danno subito dal dirigente a causa del ritardato versamento;
    • gli interessi e i rendimenti delle disponibilità amministrate fintanto che non sono investite;
    • gli importi che il CdA abbia stabilito a carico delle posizioni per l’esercizio di opzioni individuali (es. anticipazione, riscatto), mantenimento della posizione dopo la risoluzione del rapporto di lavoro e mantenimento della posizione da parte degli aderenti con la sola posizione maturata presso iniziative, casse o fondi sostitutivi del Fondo posti in liquidazione o che, per accordo sindacale, non possano più accogliere contribuzione attiva in quanto destinata al Previndai (art. 7, co. 1, lett. b) dello Statuto).

    Il Previndai preleva una quota parte dei contributi versati con la quale finanzia la propria struttura.

    Periodo

    Aliquota

     dal 17/02/2015

     0,50%

     16/02/2011 – 16/02/2015

    0,45%

    16/01/2008 – 15/02/2011

    0,40%

    16/01/2007 – 15/01/2008

    0,50%

    01/01/2003 – 15/01/2007

     0,70%

    01/01/2002 – 31/12/2002

    0,75%

    01/01/2001 – 31/12/2001

     0,85%

    01/01/1999 – 31/12/2000

     1,10%

    01/01/1998 – 31/12/1998

     1,55%

    01/01/1994 – 31/12/1997

     1,90%

    16/07/1993 – 31/12/1993

     1,50%

    01/01/1991 – 15/07/1993

     1,20%

    Sulla posizione dell’iscritto, che non sia alimentata da nuovi contributi, viene addebitato un importo di partecipazione alle spese di gestione, da computarsi in quote semestrali non frazionabili, a partire dal terzo anno di mancata contribuzione.

    Il Consiglio di Amministrazione, nella riunione del 1°/12/2016, ha introdotto il prelievo relativo al mantenimento per oltre due anni della posizione, non alimentata da nuovi contributi, da parte degli aderenti con la sola posizione, maturata presso iniziative, casse o fondi sostitutivi di Previndai posti in liquidazione o che, per accordo sindacale, non possano più accogliere contribuzione attiva in quanto destinata al Fondo (art. 5, co. 1bis dello Statuto).

    L’importo deliberato è il medesimo già previsto per gli iscritti di cui all’art. 5 co. 1 dello Statuto.

    Periodo

    Quota annua di partecipazione
    (Valori in  €)

    dal 2015

     40.00

    dal 2010 al 2014

     30.00

     2009

     25.00

      dal 2006 al 2008

     18.00

    dal 2002 al 2005

     15.50

     2001

     18.08

     dal 1999 al 2000

     20.66

    Il Consiglio di Amministrazione del Fondo, nella riunione dell’11 gennaio 2008, ha deliberato la fissazione di un importo di partecipazione alle spese (art. 7, comma 1, lett. b), dello Statuto) per l’esercizio delle facoltà di anticipazione e di riscatto anticipato, sia parziale che totale.

    Periodo Quota di partecipazione
    per anticipazione e riscatto anticipato
    dal 2008  € 20.00

     

    Dall’anno 2018, inoltre, è stato introdotto un costo a carico dei soggetti con richiesta di erogazione di Rendita Integrativa Temporanea Anticipata (RITA), nella misura di € 40.00 annui, trattenuto in quote di € 10,00 al momento di ciascuna erogazione trimestrale.

    Bilanci di esercizio

    Il Bilancio di Previndai per l’esercizio 2017, approvato il 23 aprile 2018, si compone dei seguenti 3 documenti:

    Esercizio 2017

    approvato il 23 aprile 2018

    Esercizio 2016

    approvato il 27 aprile 2017

    Esercizio 2015

    approvato il 28 aprile 2016

    Esercizio 2014

    approvato il 29 aprile 2015

    Esercizio 2013

    approvato il 28 aprile 2014

    Esercizio 2012

    approvato il 29 aprile 2013

    Esercizio 2011

    approvato il 27 aprile 2012

    Esercizio 2010

    approvato il 29 aprile 2011

    Esercizio 2009

    approvato il 7 maggio 2010

    Esercizio 2008

    approvato il 25 giugno 2009

    Esercizio 2007

    approvato il 26 giugno 2008

    Esercizio 2006

    approvato il 28 giugno 2007

    Esercizio 2005

    approvato il 21 giugno 2006

    Dati statistici

    Anno Posizioni liquidate* (capitale) Numero rendite attive Ammontare prestazioni liquidate (capitale) € Ammontare prestazioni liquidate (rendita) € Valore unitario medio prestazione (capitale) € Valore unitario medio prestazione (rendita) €
    Anno Posizioni liquidate* (capitale) Numero rendite attive Ammontare prestazioni liquidate (capitale) € Ammontare prestazioni liquidate (rendita) € Valore unitario medio prestazione (capitale) € Valore unitario medio prestazione (rendita) €

     

    (gli importi sono espressi in migliaia di euro)
    (*) escluse le posizioni convertite in rendita totale e le anticipazioni; sono invece comprese le posizioni liquidate in forma mista (parte capitale/parte rendita)

    ANNO Iscritti
    al 31 dicembre
    PATRIMONIO
    PREVINDAI*
    RIVALUTAZIONE
    NETTA ANNUA **
     2017

    79.180

     11.023.060

     426.528

     2016

    79.373

     10.173.852

     275.393

     2015

    77.741

     9.422.740

     318.943

     2014

    77.745

     8.689.605

     288.342

     2013

    77.493

     7.914.980

     276.025

     2012

    77.731

     7.181.135

     259.742

     2011

    78.077

     6.451.249

     195.595

     2010

    77.677

     5.769.091

     187.548

     2009

    77.746

     5.122.994

     187.450

     2008

    77.568

     4.470.781

     177.485

     2007

    77.155

     3.896.207

     157.972

     2006

    74.232

     3.331.826

     135.395

     2005

     72.967

     2.880.247

     120.280

     2004

    71.736

     2.441.991

     99.125

     2003

     71.214

     2.118.106

     89.184

     2002

     70.508

     1.835.293

     80.277

     2001

     68.437

     1.596.370

     79.736

     2000

     62.869

     1.335.811

     77.891

     1999

     62.425

     1.190.520

     73.101

     1998

     62.876

     1.021.887

     73.194

     1997

    62.597

     863.023

     70.994

     1996

     62.546

     764.592

     69.350

     1995

     58.216

     617.560

     56.824

     1994

     60.432

     495.829

     46.673

     1993

     62.973

     379.396

     40.380

     1992

     62.803

     261.217

     24.305

     1991

     57.656

     141.421

     10.660

     1990

     –

     –

    SUDDIVISIONE PER COMPARTO AL 31 DICEMBRE 2017

     COMPARTI

     PATRIMONIO
    PREVINDAI*

     RIVALUTAZIONE NETTA
    ANNUA**

     ASSICURATIVO 1990

    6.131.109

    176.621

     ASSICURATIVO 2014

    2.722.705

    57.267

     BILANCIATO

    1.172.747

    68.858

     SVILUPPO

    709.670

    63.590

    RENDITE DA ASSICURATIVO 1990

    255.678

    43.973

    RENDITE DA ASSICURATIVO 2014

    31.150

    16.219

    (gli importi sono espressi in migliaia di euro)

    * al netto dell’imposta sostitutiva e delle quote di partecipazione
    spese di gestione (Art. 7, co. 1, lett. b) dello Statuto)
    ** al netto delle liquidazioni

    ANNO

    VERSAMENTI
    CONTRIBUTIVI

    2017

     846.231

    2016

    836.641

    2015

    808.768

    2014

    794.836

    2013

    783.585

    2012

    774.725

    2011

    772.781

    2010

    728.026

    2009

    708.738

    2008

    714.034

    2007

    618.742

    2006

    488.195

    2005

     414.761

    2004

    354.290

    2003

     330.401

    2002

     279.737

    2001

     241.008

    2000

     189.804

    1999

     180.954

    1998

     154.937

    1997

     105.894

    1996

     100.887

    1995

     93.616

    1994

     97.486

    1993

     102.022

    1992

     99.388

    1991

     92.106

    1990

     54.572

    (gli importi sono espressi in migliaia di euro)

    Numero posizioni trasferite

    ANNO

    in ENTRATA

     in USCITA

     2017

    1.238

     349

     2016

    1.040

     304

     2015

    950

     398

     2014

    1.115

     356

     2013

    1.187

     311

     2012

    1.404

     330

     2011

    1.450

     406

     2010

    1.261

     369

     2009

    1.396

     395

     2008

    1.638

     532

     2007

    1.406

     496

     2006

    1.409

     369

     2005

     4.826

     396

     2004

    1.158

     418

     2003

    951

     430

     2002

     892

     231

     2001

     525

    258

     2000

     598

     322

     1999

    367

    596

     1998

     549

     293

     1997

    770

    474

     1996

     700

     203

     1995

     162

     35

     1994

     0

     0

     1993

     0

     0

     1992

     0

     0

     1991

     0

    0

     1990

     0

     0

    Il numero delle richieste dei TRASFERIMENTI in ENTRATA relativo all’anno 2005 è comprensivo dei trasferimenti da FIPDAI (3.274 posizioni)

    Selezione Fondi d'Investimento Alternativi

    Il Consiglio di Amministrazione di Previndai ha deliberato, in data 11 luglio 2018, di procedere alla selezione di fondi d’investimento alternativi (FIA) chiusi in cui investire parte delle risorse dei comparti finanziari del Fondo, secondo quanto di seguito specificato:

    a) 1 fondo di azionario infrastrutture globale;
    b) Da 1 a 3 fondi di azionario infrastrutture italiano;
    c) 1 fondo di private equity globale;
    d) Da 1 a 2 fondi di private equity italiano;
    e) Da 1 a 2 fondi di direct lending globale.

    Le candidature dovranno pervenire a Previndai, via Palermo 8, 00184 Roma – Italia, entro le ore 12:00 (CET) del 04 ottobre 2018.

    Di seguito si riporta la documentazione relativa alla selezione.

    Allegati:

    I dati personali verranno trattati come indicato nell’Informativa sul trattamento.

    Eventuali informazioni o chiarimenti potranno essere richiesti esclusivamente via e-mail al seguente indirizzo: selezione.FIA@previndai.it entro e non oltre il giorno 14 settembre 2018.

    Argomenti trattati a seguito di eventuali quesiti, valutati dal Fondo di interesse generale, saranno oggetto di pubblicazione.

    È possibile candidare un fondo denominato in dollari statunitensi con la possibilità di consentire la partecipazione attraverso un c.d. “feeder fund / vehicle” denominato in euro?

    Si evidenzia che con la previsione: “il FIA non può investire in altri FIA”, di cui al punto 11, della lettera A) dell’Avviso di ricerca di fondi di investimento alternativi, si intende escludere solo la possibilità di avvalersi della struttura fondo di fondi.
    È invece ammissibile la struttura Master/Feeder: qualora il fondo candidato abbia questa struttura, il Consiglio si riserva di valutare le specifiche caratteristiche fra le quali, a titolo esemplificativo e non esaustivo, costi e coerenza della politica di investimento tra fondo Master e fondo Feeder.
    Resta ferma in ogni caso la possibilità per Previndai di richiedere ulteriori documenti oltre quelli che verranno forniti.

    Courtesy translation

    Is it possible to submit an application for a fund denominate in US dollars with the possibility to allow the partecipation through a so called “feeder fund / vehicle” denominated in euro?

    Please note that the provision “The AIF shall not invest in other AIFs” of par. 11, of Letter A) of the Tender Notice for Alternative Investment Funds, intends to exclude the sole possibility of a fund of funds structure.
    Therefore, the structure Master/Feeder is allowed, although the Board of Administrator reserves the possibility to evaluate its specific characteristics, including, but not limited to, costs and the consistency of investment policy between Master and Feeder fund.
    In any case, this does not prejudice the possibility for Previndai to request additional documents to those already submitted.

    On July 11th 2018, the Board of Directors of Previndai established to launch a selection procedure for closed-ended alternative investment funds (AIFs) to invest part of the resources of the financial portfolios of the Fund, as specified below:

    a) 1 global infrastructure equity fund;
    b) From 1 to 3 Italian infrastructure equity funds;
    c) 1 global private equity fund;
    d) From 1 to 2 Italian private equity funds;
    e) From 1 to 2 global direct lending funds.

    Applications must be addressed to Previndai, via Palermo 8, 00184 Rome – Italy, within the deadline of October 4th, 2018 at 12:00 PM (CET).

    Please, find below all documents relating to the selection process.

    Attachments:

    Personal data will be treated according to the “Informativa sul trattamento” (available only in Italian).

    Further information or explanations may be asked exclusively by e-mail address at selezione.FIA@previndai.it not later than September 14th, 2018.

    È possibile candidare un fondo denominato in dollari statunitensi con la possibilità di consentire la partecipazione attraverso un c.d. “feeder fund / vehicle” denominato in euro?

    Si evidenzia che con la previsione: “il FIA non può investire in altri FIA”, di cui al punto 11, della lettera A) dell’Avviso di ricerca di fondi di investimento alternativi, si intende escludere solo la possibilità di avvalersi della struttura fondo di fondi.
    È invece ammissibile la struttura Master/Feeder: qualora il fondo candidato abbia questa struttura, il Consiglio si riserva di valutare le specifiche caratteristiche fra le quali, a titolo esemplificativo e non esaustivo, costi e coerenza della politica di investimento tra fondo Master e fondo Feeder.
    Resta ferma in ogni caso la possibilità per Previndai di richiedere ulteriori documenti oltre quelli che verranno forniti.

    Courtesy translation

    Is it possible to submit an application for a fund denominate in US dollars with the possibility to allow the partecipation through a so called “feeder fund / vehicle” denominated in euro?

    Please note that the provision “The AIF shall not invest in other AIFs” of par. 11, of Letter A) of the Tender Notice for Alternative Investment Funds, intends to exclude the sole possibility of a fund of funds structure.
    Therefore, the structure Master/Feeder is allowed, although the Board of Administrator reserves the possibility to evaluate its specific characteristics, including, but not limited to, costs and the consistency of investment policy between Master and Feeder fund.
    In any case, this does not prejudice the possibility for Previndai to request additional documents to those already submitted.

    Premio di laurea

    Per onorare la memoria di Franco Di Giovambattista, Direttore Generale del Previndai scomparso prematuramente ad aprile 2015, Previndai ha istituito, anche quest’anno, due premi di laurea dal valore di 2.500,00 euro ciascuno, destinati alle migliori tesi in materia di scienze attuariali applicate alle assicurazioni sociali.

    Costituirà titolo preferenziale la trattazione di tematiche inerenti alla previdenza complementare.

    I premi verranno assegnati in base a quanto definito dal Regolamento.

    Edizioni precedenti:

    Premio di Laurea “Franco Di Giovambattista” – II edizione

    Anche per l’anno 2016 per onorare la memoria di Franco Di Giovambattista – Direttore Generale del Previndai scomparso prematuramente ad aprile 2015 –  Previndai ha istituito due premi di laurea del valore di 2.500 euro ciascuno, destinati alle migliori tesi in materia di scienze attuariali applicate alle assicurazioni sociali, con particolare riguardo alle tematiche inerenti alla previdenza complementare.

    Vincitori

    La Commissione giudicatrice prevista dal Regolamento per l’assegnazione del Premio di Laurea “Franco Di Giovambattista”, composta da:

    Barbara Alemanni

    Docente di Economia degli intermediari finanziari e di Economia dei mercati mobiliari presso l’Università di Genova ed esperto di finanza comportamentale
    Giancarlo Bosser Attuario, Chief Life & Employee Benefits di Generali Italia
    Francesca Brunori Presidente di Previndai
    Sergio De Simoi Vice Presidente di Previndai
    Oliva Masini Direttore Generale di Previndai
    Claudio Tomassini Attuario, già Presidente dell’Ordine Nazionale degli Attuari

     

     

     

    nella riunione del 21 aprile 2017, ha assegnato il premio di laurea a:

    Scannavini Fabio Piero
    Iliade Andrea Riccardo Luigi

     

     

    E’ possibile visualizzare le tesi dei due vincitori:

    Scannavini Fabio Piero Tesi – Fabio Piero Scannavini
    Iliade Andrea Riccardo Luigi Tesi – Andrea Riccardo Luigi Iliade

     

    REGOLAMENTO 2016

    Premio di Laurea “Franco Di Giovambattista”

    Per onorare la memoria di Franco Di Giovambattista, Direttore Generale del Previndai scomparso prematuramente ad aprile 2015, il Previndai ha istituito un premio di laurea destinato alle due migliori tesi in materia di scienze attuariali applicate alle assicurazioni sociali, con particolare riguardo alle tematiche inerenti alla previdenza complementare, del valore di 2.500 euro ciascuna.

    EDIZIONE 2015 

    Consegna del Premio

    Regolamento Premio di Laurea 2015

    Graduatoria dei primi 5 classificati

    La Commissione giudicatrice prevista dal Regolamento per l’assegnazione del Premio di Laurea “Franco Di Giovambattista”, composta da:

    Giancarlo Bosser Attuario, Chief Life & Employee Benefits di Generali Italia
    Francesca Brunori Presidente di Previndai
    Sergio De Simoi Vice Presidente di Previndai
    Oliva Masini Direttore Generale di Previndai
    Ugo Pomante Docente di Economia degli intermediari finanziari presso l’Università Tor Vergata e di Intermediazione finanziaria e assicurazioni presso l’Università SDA Bocconi
    Claudio Tomassini Attuario, già Presidente dell’Ordine Nazionale degli Attuari

    nella riunione del 23 giugno 2016, ha approvato la seguente graduatoria:

    Melas Laura
    Vecchietti Martina
    Capotondo Pamela
    Caccone Manuel
    Ramundo Valerio

    Risultano vincitori i primi due classificati.

    E’ possibile visualizzare le tesi delle due vincitrici:

    Melas Laura La normativa europea per le pensioni occupazionali e alcune valutazioni numeriche
    Vecchietti Martina La previdenza complementare e i fondi pensione aperti italiani: un’analisi empirica sui costi e sui rendimenti in base alla natura del soggetto gestore

    25° Anniversario

    Previndai ha celebrato nel 2015 il venticinquesimo anniversario dalla costituzione. Per l’occasione è stato organizzato, il 15 dicembre a Roma, un convegno sui temi della previdenza complementare e del welfare, al quale hanno partecipato rappresentanti delle istituzioni, del mondo dei fondi pensione, delle assicurazioni e dei gestori finanziari. Il materiale dell’evento è disponibile ai seguenti collegamenti: